• Home
  • Blog
  • Esperienze di un ricercatore della simbologia

Esperienze di un ricercatore della simbologia

 Chi è il vero ricercatore esoterico

Alcuni di voi si sono interessati a chi sia e quali siano le mie esperienze in ambito simbolico oltre che esoterico, così mi permetto di scrivere qualche informazione in più che possa accontentare le loro curiosità.

Simbolista chi sono

Perché una persona si interessa dei simboli? Cosa la spinge ad approfondire le sue conoscenze sui simboli, questi strani segni che apparentemente non hanno significato, mentre contengono moltissime informazioni sia su noi stessi che sul creato? Perché mi sono avvicinato al simbolismo? Quali sono le mie esperienze legate all'esoterismo e al simbolismo? Cercherò ora di fare un po di luce in merito a queste domande ed altre nella speranza di riuscire ad accontentare almeno alcuni di voi che sono curiosi.

Sono nato in una maniera molto particolare, ovvero morto e con la "camicia": si tratta di un insieme di situazioni estremamente importanti a livello esoterico poiché chi nasce morto e deve lottare per vivere rimane in parte collegato ai due mondi (quello terreno e quello spirituale), oltre a nascere con un simbolo che, la tradizione, collega al potere della seconda vista o alla profondità di comprensione (la "camicia", ovvero uscire dalla madre con il sacco amniotico che sembra una camicia, da qui la definizione).

Non riporto le mie esperienze o la mia storia per fini narcisistici, ma solo per dare spunti da cui partire anche a coloro che non seguono per ora la strada della ricerca, e tutti coloro che sono interessati alla esperienza della conoscenza diretta, non "addolcita" da maestri o finiti tali. Io non sono un maestro e mai mi riterrò tale poiché ho troppo da apprendere, ma ci sono invece moltissime persone che sfruttano poche conoscenze e soprattutto un uso oculato delle parole, per circuire i deboli di mente o psicologicamente inadatti alla ricerca vera.

Sta al vero ricercatore della verità distinguere tra falso "profeta" e vero " profeta" ... metto tra virgolette la parola "profeta" perché credo che i cosi detti profeti siano solo malati mentali o persone interessate ad acquisire potere sulle menti deboli. La ricerca è solitaria, al massimo inframmezzata da sporadici contatti con altri ricercatori della materia per scambiarsi opinioni e mettere in gioco le proprie conclusioni. Solo noi possiamo capire certe cose e, se non ne siamno in grado, è inutile seguirle: se volete o avete necessità di uno che vi dica cosa o come pensare non siete adatti a questa ricerca.

Anche fare affidamento ai soli libri (in qualsiasi settore della vita) di simbolismo, equivale a prendere per buono ciò che dice un maestro (solo non presente fisicamente) e vi fa scadere in pecore senza cervello e volontà. Dovete sperimentare e trarre le VOSTRE conclusioni. Tutto il resto è noia, per parafrasare un celebre cantante italiano.

Come dicevo, nacqui morto con la "camicia", i dottori cercarono di rianimarmi (da quanto riportatomi da mia madre) per diversi minuti interminabili: finalmente riuscii a respirare. Da piccolo potevo vedere esseri strani, ombre che si aggiravano per la casa, riuscivo a sentire le emozioni degli altri, la loro sofferenza, anche se allora non capivo ed ero molto confuso. Alla fine cominciai a interessarmi alle arti esoteriche, acquistando un libro da una bancherella, che mio padre acconsentì a comprare dopo numerose insistenze sia mie che di mia madre.

Ero molto giovane, ancora nella prima fase dell'adolescenza, ma avevo bisogno di sapere: si trattava di un libro di bassa qualità, almeno adesso lo posso definire tale, ma mi aprì tutto un mondo che non conoscevo o di cui non mi rendevo conto. Iniziai a praticare alcuni semplici riti, soprattutto di protezione e di cui ormai sono molto esperto, anche se non li pratico più da anni poiché ho appreso come agire correttamente senza ritualità esterne.

Con il passare degli anni ebbi , sempre nel periodo adolescenziale, esperienze di mini samadhi, ovvero piccole illuminazioni: si tratta di situazioni in cui il cervello, anche se non guidato da tecniche particolari (ero sempre in giro per la città non stavo praticando meditazione o altro) reagisce o agisce aprendo certi canali che, solitamente, non sono attivi.

Vidi il tempo passare, mi resi conto coscientemente che il tempo non era nulla, solo una percezione del nostro cervello. Sentivo pensieri che fluivano nella mia mente e mi insegnavano in pochi secondi (anche se a me parvero minuti interminabili) conoscenze che altrimenti non avrei trovato in nessun libro.

Sono cose che si devono vivere direttamente e non possono essere spiegate, perché in qualsiasi maniera si spieghino, si sbaglierà sempre usando concetti limitati dalla nostra stessa mente, poiché il linguaggio umano si basa su parole che sono molto limitate nel loro significato, anche avendo una mente molto aperta.

Ho praticato esoterismo e occultismo per diversi anni arrivando a comprendere la inutilità di certe cose e la completa banalità di altre.... non si ha necessità di riti o altre strume a meno che non si sia ancora ancorati alla mezza verità o alla completa falsità dei riti religiosi, più legati all'uso o abuso di entità basse anche se forti in certi casi. Noi siamo i maestri e gli unici colpevoli o fautori del nostro esistere.

I simboli sono penetrati nella mia mente e nel mio spirito piano piano, attraverso lo studio e la comprensione dei riti esoterici. Tutti i riti nascondono un significato esoterico e profondo in noi stessi, altrimenti non agirebbero. Chi conosce l'uso vero dei simboli agisce senza bruciare incensi o candele, senza sacrificare vittime animali, senza cerchi magici o altri apparati esterni ma solo la mente propria e i simboli stessi.

Vorrei scrivere di più ma su certi argomenti preferisco avere a che fare direttamente con le persone per valutare il loro livello di comprensione piuttosto che "dare le perle ai porci"... definizione chiara e comprensibile a chi capisce un minimo di simbologia.

Si può parlare di simboli a diverse persone ma per ogni persona è necessario modulare le parole rispetto al soggetto simbolico trattato, per aiutarla meglio a capire usando la base di comprensione raggiunta dal soggetto, ecco perché i libri non sono utili a questo proposito, oltre al fatto che la maggior parte dei libri che girano per il mondo, in qualsiasi lingua siano scritti, contengono spesso errori sulle descrizioni dei significati dei simboli riportati..

Quante volte mi sono ritrovato a parlare dei simboli nascosti in pubblicità, film particolari (non tutti), argomenti, eccetera, ma chi mi ascoltava... ok , le persone ascoltano veramente poco ... non capivano cosa stavo dicendo, anche se continuavo a spiegare tramite esempi (altri simboli) per fare breccia nella loro limitatezza cognitiva così come mentale... Non si possono organizzare corsi del fine settimana per apprendere come comprendere i simboli.

Chiunque cerchi di farvi intendere cose differenti, vi sta circuendo e fregando soldi soprattutto: nulla di male... si sa che questi soggetti hanno il compito di fare uscire chi non è pronto ad apprendere veramente la conoscenza reale e non limitata al proprio modo di intendere o accettare la verità.

Personalmente ho avuto la possibilità di sperimentare l'incontro con entità di vario genere, rendendomi conto delle varie differenze tra larve, entità terrene, entità costruite dalla mente umana e quelle che vennero create in varie maniere nel passare dei millenni di questo pianeta. Nulla di "trascendentale" come direbbe un vero ricercatore poiché la verità apre la mente di chi vuole veramente vedere e sentire, agli altri sembrano cosucce da niente o stupidaggini.

I simboli, sono per me il linguaggio che la realtà e la materia hanno per comunicare con il mondo più sottile, spirituale o mentale o di altro genere. Devo dire, per precedere certe necessità, che solitamente vengono catturate da vari operatori del settore (che sanno come ingannare la gente debole di mente o ignorante della materia) per farsi solamente alleggerire il portafoglio, che non faccio riti, né vendo alcunché, tanto meno organizzo corsi inerenti i simboli o che abbiano direttamente o indirettamente il mondo esoterico.

La ricerca è solitaria e al massimo si può venire avvicinati da persone come me, ma mai guidati. I veri maestri si nascondo nelle trame della società, mai si fanno pubblicità o rendono evidenti i livelli di saggezza da essi trascesi. Ecco: tutto questo e molto più, l'ho compreso nel corso di più di 30 anni e chiunque dica che non ci vuole così tanto per capire i simboli non fa altro che darmi ragione.

Contatti: druido12974@gmail.com
Copyrights simbolisignificato.it 2014- Tuti i diritti riservati

 Partita IVA: 01533220297