Dolmen Menhir

Simboli Dolmen Menhir Significato

Anche nell'antichità si conoscevano e cobattevano i punti geopatogeni presenti sulla crosta terrestre così come li si usava per fini di vario genere: tra gli esempi più indicativi si possono ricordare menhir e dolmen, che ritroviamo in abbondanza in vaire parti del mondo ma quelli più famosi, sono i dolmen presenti in Inghilterra, lungo le linee del "Drago", come le definirebbero i cinesi. I dolmen e i menhir, per forma, dislocazione e utilizzo delle energie sono molto differenti.

menhir inghilterra simboli significato

Menhir

I menhir, la cui forma a obelisco eretto li fa assomigliare ad antenne, venivano infitti nel terreno laddove vi era una concentrazione di nodi di Hartmann, allora chiamati in altra maniera, spesso in corrispondenza di corsi d'acqua sotterranei. Una loro prima funzione era appunto quella di antenna di ricevimento delle informazioni che il cosmo inviava, e invia, per poi distribuirle sulla terra; l'altra funzione dei menhir era raccogliere le informazioni energetiche che giungono dalla terra e inviarle al cielo. Posizionando una mano a quatrro o cinque centimetro dalla pietra menhir e facendola scorrere lentamente con un moto verticale e parallelo si possono percepire, come fossero correnti d'aria fresca, due spirali di energia, un in salita e una in discesa che giungono dal cielo e dalla terra.

dolmen simbolo celtico significato

Dolmen

Il dolmen, per contro, non era mai posizionato su zone con accumulo di radiazioni, ma sulle zone neutre della griglia di Hartmann. Il domen era composto da una grande pietra piatta, quasi sempre leggermente concava, che veniva sorretta da pietre o muriccioli. Il posizionamento e l'orientamento erano sempre in funzione di una corrente energetica positiva, con direzione Nord-Ovest Sud-Est, che è quella che Walter Kunnen chiama "linea della fertilità". Il dolmen ha sempre valenza femminile e ha un duplice utilizzo: il primo, sottolineato dalla concavità della pietra, è la funzione di raccolta, come fosseuna antenna parabolica, delle informazioni inviate dal cielo (possiamo ricordare che sant'Ambrogio, prima di prendere una decisione importante, vi si sedeva sopra e, solodopo aver percepito e assimilato le energie in arrivo, tornava per dare ai concittadini il suo responso).

Il secondo utilizzo è la funzione terapeutica del dolmen: a chi si sedeva sotto la pietra, col giusto orientamento, permetteva di percepire una energia guaritrice. Questa operazione viene chiamata "intabulazione" e viene tuttora utilizzata di nascosto in Sardegna, nelle costruzioni chiamate "Tombe dei Giganti". Mentre il menhir si incarica di rappresentare l'immagine maschile per unire terra e cielo, nel dolmen la polarità femminile cerca di incamerare le energie del cosmo per donarle a chi le saprà usare correttamente. Entrambe le tipologie di pietre non sono altro che mezzi ante litteram relativi a conoscenze ineretni la radiostesia e l'interazione tra entità vive con il campo energetico del pianeta terra e le forze magnetiche dei pianeti.

 

 

Contatti: druido12974@gmail.com
Copyrights simbolisignificato.it 2014- Tuti i diritti riservati

 Partita IVA: 01533220297