Sogni e Storia

Interpretazione dei sogni storia

Le prime interpretazioni di sogni interpretati risalgono al 3000-4000 aC, redatte e documentate su tavolette d'argilla: l'uomo è sempre stato affascinato dal mondo onirico dei sogni e dal significato intrinseco loro. Da quanto i ricercatori sono riusciti a comprendere, in alcune società primitive, i membri non erano in grado di distinguere tra il mondo dei sogni e il mondo della veglia, oppure sceglievano di non fare questa distinzione, un pò come avveniva ed avviene nella cultura degli aborigeni australiani.

Queste civiltà arcaiche vedevano il mondo dei sogni non come un mondo che fosse un prolungamento di quello reale ma un mondo con anche più poteri di quello materiale. Nelle epoche greca e romana, i sogni venivano visti in un contesto religioso, poiché ritenuti messaggi diretti inviati dagli dei o dai morti. La gente di quel tempo guardava ai propri sogni per avere soluzioni su problemi di tutti i giorni e sapere quale azioni intraprendere. Credevano che i sogni fossero avvertimenti che predicevano il futuro.

Storia traduzione sogni

Santuari speciali vennero costruiti dove la gente poteva andare a dormire nella speranza che un messaggio potesse arrivare attraverso i sogni e aiutarli nella vita, nelle loro scelte: la fede nel potere dei sogni era così forte che questi ultimi potevano dettare le azioni di uomini politici o militari molto importanti, infatti uomini potenti si facevano accompagnare da interpreti dei sogni anche durante le battaglie e nei propri viaggi.

Aristotele, un filofoso greco molto fammoso, credeva che i sogni fossero il risultato di funzioni fisiologiche e che i sogni fossero in grado di diagnosticare la malattia e predirne le insorgenze. Durante il periodo Ellenistico, l'obiettivo principale dei sogni si incentrava sulla capacità di guarire: i templi appositamente costruiti, chiamati Asclepieions, venivano costruiti per favorire il potere di guarigione dei sogni, si credeva infatti che le persone malate che avessero dormito in questi templi avrebbero ricevuto la cura da fare per guarire, durante un sogno.

Interpreti di sogni aiutavano la medicina nelle diagnosi, poiché si credeva che avrebbero fornito indizi vitali ai guaritori per trovare cosa andasse male nel malato. In Egitto, i sacerdoti interpretavano i sogni, registrando i sogni mediante geroglifi, perché pensavano che alcuni sogni fossero particolari benedizioni che acquisivano importanza speciale di fronte alla religione. Sognare può essere visto come un luogo reale che il vostro spirito e l'anima lascia ogni sera per andare a visitare.

I cinesi credevano che l'anima lasciasse il corpo per entrare in questo mondo virtuale, tuttavia, credevano anche che se qualcuno che dormiva fosse stato improvvisamente risvegliato, la sua anima non avrebbe potuto ritornare al proprio corpo, per questo motivo, alcuni cinesi di oggigiorno, sono diffidenti nei confronti delle sveglie. Alcune tribù dei nativi americani e delle civiltà messicane condividono questa stessa nozione di una dimensione dei sogni, essi credevano cche iloro antenati vivessero nei loro sogni e assumessero forme non umane come quelle delle piante.

Queste culture dei Nativi Americani vedevano i sogni come una possibilità di visitare e avere contatti con i propri antenati trapassati, contribuendo a ricevere informazioni su come essi dovessero comportarsi nelle scelte importanti dela vita.

Durante il Medioevo, i sogni erano visti come il male e le loro immagini erano tentazioni del demonio (si lo so....erano proprio ignoranti ma la cosa non è cambiata molto nemmeno dopo l'anno 2000, è solo che non si brucia più nessuno sul rogo....si inquinerebbe troppo). Nello stato di sonno vulnerabile, si credeva che il diavolo riempisse la mente degli esseri umani con pensieri velenosi e negativi, per tentarli a fare brutte azioni, disdicevoli anche ai nostri giorni, ma non si tratta altro che una scusa quella del diavolo per non prendersi la responsabilità delle proprie azioni.

Nei primi anni del 19° secolo, i sogni vennero etichettati come reazioni della mente ansiosa, problemi di famiglia o anche indigestione, quindi non c'era un vero significato nei sogni secondo quel modo di vedere queste esperienze notturne. Più tardi Sigmund Freud fece rivivere l'importanza dei sogni, spalleggiato da un altro eminente psicologo C.G. Jung, dando importanza nella traduzione enel significato dei sogni, rivoluzionando più tardi lo studio dei sogni e del mondo onirico che venne collegato con la psicologia e la psichiatria

 

Contatti: druido12974@gmail.com
Copyrights simbolisignificato.it 2014- Tuti i diritti riservati

 Partita IVA: 01533220297