ll Baphomet idolo dei templari

Il simbolo Baphomet idolo

Dipinto testa San Giovanni Baphomet

Taglio della testa di San Giovanni

Baphomet ( bæfɵmɛt; dal latino medievale Baphometh, baffometi, Occitano Bafometz) è un termine originariamente utilizzato per descrivere un idolo o divinità che i Cavalieri Templari furono accusati di adorare e che venne poi incorporata in molte tradizioni occulte e mistiche. Il Baphomet apparve un nome di una divinità pagana nelle prime trascrizioni dell'Inquisizione che agì sui Cavalieri Templari nei primi anni del 14° secolo, il primo nome entrò nell'uso popolare inglese nel 19° secolo, grazie alle discussioni che sorsero riguardo lo scioglimento coatto del'ordine Templare. Dal 1856, il nome Baphomet venne associato con una immagine di capro sabbatico, che venne disegnata da Eliphas Lévi, contenente elementi (di sesso maschile e femminile, bene e male, eccetera, a rappresentare la dualità dell'esistenza) che rappresentano la "somma totale dell'universo". Tuttavia, il Baphomet venne collegato con il satanismo, principalmente per l'adozione del suo simbolo da parte della Chiesa di Satana. Il nome Baphomet apparve nel luglio del 1098 in una lettera del crociato Anselmo di Ribemont:

"Sequenti morire aurora apparente, Altis vocibus Baphometh invocaverunt; et nos Deum nostrum in cordibus nostris deprecantes, facientes impetum in eos, de Muris civitatis omnes expulimus..."

Che significa:

"Mentre il giorno successivo spunta chiamano a gran voce Baphometh mentre preghiamo Dio in silenzio nei nostri cuori, allora abbiamo attaccato e costretto tutti loro fuori le mura della città ...".

Bafonetto significato simbolo

Un cronista della Prima Crociata, Raimondo di Aguilers, chiamò Bafumarias il santuario, il nome Bafometz più tardi apparve intorno al 1195 nella poesia occitana "Senhors, per los nostres peccatz" dal trovatore Gavaudan. Intorno al 1250 un poema, lamentando la sconfitta della settima crociata condotta da Austorc d'Aorlhac si riferisce a Bafomet de Bafomet è anche il titolo di uno dei quattro capitoli superstiti di un dizionario occitano di Ramon Llull il primo lavoro di nota, la de la doctrina pueril, "libro sull'istruzione dei bambini " Libro. Quando l'ordine medievale dei Cavalieri Templari fu soppresso da Re Filippo IV di Francia, il 13 ottobre 1307, Filippo imprigionò molti Templari francesi contemporaneamente torturandoli e poi confessandoli, oltre 100 tipi di accusa diversi vennero mossi contro la società
Templare.

La maggior parte di loro erano dubbi, come lo erano le stesse accuse che vennero mosse contro i Catari e molti nemici di re Filippo, che aveva in precedenza rapito Papa Bonifacio VIII, caricandolo di accuse di reati di eresia, riguardanti il fatto di sputare e urinare sulla croce e essere dedito alla sodomia. Eppure Malcolm Barber osserva che gli storici " trovano difficile accettare che un affare di tale enormità si basi su una totale invenzione". La "Pergamena di Chinon" suggerisce che i Templari effettivamente sputassero sulla croce, dice Sean Martin e che questi atti erano destinate a simulare il tipo di umiliazione e tortura che un crociato poteva essere soggetto se catturato dai Saraceni, i quali erano istruiti su come commettere apostasia " con la mente e non con il cuore". Lo stesso Michael Haag suggerisce che il culto simulato di Baphomet avesse effettivamente fanno parte di un rituale di iniziazione templare.

L'atto d'accusa, pubblicato dal tribunale di Roma, espone ... " che in tutte le province avevano idoli, vale a dire, teste, alcune delle quali avevano tre facce, altre una, a volte ,si trattava di un cranio umano ... Che nelle loro assemblee e soprattutto nelle loro grandi capitali, essi adoravano l'idolo come un dio, riconosciuto il loro salvatore, dicevano che questa testa poteva salvarli, che aveva conferito all'ordine tutta la sua ricchezza, poteva far fiorire gli alberi e le piante della terra, aiutandole a germogliare".

Si trovano spesso rierimenti sul nome Baphomet in molte confessioni di templari torturati dalla Chiesa (avrebbero detto qualsiasi cosa pur di cercare la fine delle loro sofferenze): Peter Partner afferma nel suo libro del 1987 "I cavalieri Templari e il loro mito" nel processo dei Templari, uno delle usanze solite all'interno della società era la presunta aodrazione di idoli pagani, o di teste chiamate Baphomet (Baphomet = Mahomet = Maometto)." La descrizione dell'oggetto cambiava da confessione all'altra, alcuni templari negarono qualsiasi conoscenza a riguardo, altri sotto tortura descrissero teste trattate come reliquiari, gatti o teste a tre facce, insomma diciamo che la maggior parte della leggenda sul Baphomet cominciò più per il nutrimento delle storie redatte dalla Chiesa che non per effettive prove circonstanziali.

Le uniche rivendicazioni che riguardavano un ipotetico idolo di nome Baphomet appartenente alla loggia dei Templari erano di derivazione unicamente relativa all'Inquisizione, anche Karen Ralls, autrice della enciclopedia dei templari, sostiene che è importante ricordare che nessuna prova oggettiva venne portata prima o dopo il periodo templare a convalidare i documenti della Santa Inquisizione. Gauserand de Montpesant, un cavaliere di Provenza, dichiarò che il loro superiore gli mostrò un idolo fatto nella forma di un Baffomet, un altro, di nome Raymond Rubei, lo descrisse come una testa di legno, la quale figurava un Baphomet dipinto e aggiunse, " che lui doveva adorarlo baciando i piedi del maestro, ed esclamando, "Yalla" che significava (da ciò che riporta) "Verbum Saracenorum", una parola presa dai Saraceni. Un templare di Firenze dichiarò che, nei capitoli segreti dell'ordine, un fratello disse all'altro, mostrando l'idolo: " Adora questa testa perché questa testa è il tuo dio e il tuo Maometto."

Gli studiosi moderni come Peter Partner e Malcolm Barber concordano sul fatto che il nome di Baphomet fosse un francesismo antico che indicasse Maometto, derivato dal fatto che, i templari, avendo a lungo soggiornato nelle terre islamiche, avevano cominciato a integrare le idee di quella religione nel loro sistema di credenze cosa che venne vista come eresia dagli inquisitori cattolici, anche se Alain Demurger, rifiuta l'idea che i Templari avessero adottato le dottrine dei loro nemici. Helen Nicholson ha scritto che le accuse nei riguardi dei templari fossero solo "manipolative" vennero accusati per rappresentare ciò che potevano fare i "malvagi" islamici. I cristiani medievali falsamente credettero che i musulmani fossero idolatri e adorassero Muhammad come un dio, con Maometto che divenne mammet in inglese, che indicava un idolo o falso dio. Questa idolatria venne attribuita ai musulmani in diverse chansons de geste, canzoni che descrivevano le gesta nelle guerre Crociate.

Simbolo Baphomet significato

Baphomet Simbolo significato

Significato del simbolo del Baphomet 

Il Baphomet rappresenta l'insieme di simboli che identificano i quattro elementi oltre ai concetti che si legano alla vita, appartenenti alla filosofia profonda dell'esoterismo: il Baphomet è composto da gambe con zoccoli caprini in che lo collega al potere della terra e, per questo, a relazioni con le emozioni e i desideri più materiali e meno campati in aria, tanto cari ai movimenti spiritualistico-buonisti dell'epoca in cui visse Aleister C. cosa che lo collega alla ricerca della vera parte del Sè realmente transustiato ed elevato. La parte caprina inferiore è collegata all'elemento Terra, mentre le squame che andarono a ornarne le membra inferiori avevano un collegamento con l'elemento Acqua cosa che collegava questa parte alle emozioni come base dell'essere.

Le ali nere hanno, come si potrebbe ben pensare, un collegamento con l'elemento aria, ovvero pensieri legati alla stabilità della materia con i quali scoprire la parte spirituale vera e non quella fantasiosa di molte filosofie o religioni ancora oggi esistenti. Nella sezione mediana è presente la rappresentazione umana del corpo che, come i simboli dei quattro evangelisti aventi lo stesso collegamento agli elementi esoterici usati in esoterismo, indica la parte fuoco, ovvero quello che si lega alle emozioni senza freno, tremende nel loro possibile svolgersi ma che danno la possibilità di scoprire chi veramente si è senza drammi né limiti. La mano destra che punta verso l'alto indicando la Luna calante indica la parte inconscia (luna) in fase decrescente ovvero la situazione in cui l'iniziato scende dentro sé stesso per guardarsi senza giudicarsi scoprendo chi esso sia in realtà, senza limiti e senza ipocrisie. La mano sinistra indica il basso e la luna crescente, ovvero la fase in cui si vede la parte collegata all'ego, quella che non vuole lasciarsi dietro di sé le ipocrisie, ma che a suo modo aiuta a crescere nonostante tutto.

Le mani indicano anche la legge Ermetica "Come in alto così in basso" ovvero secondo Hermes Trimegisto (Ermete il tre volte grande) le cose che compongono il cosmo o il Cielo sono simili a ciò che si trova su questa terra, o dentro di noi. Le corna con la fiaccola nel centro della testa caprina indicano la lettera shin ebraica che porta come significato la luce interiore che tutto illumina; il pentagramma, nonostante in pochi lo abbiano visto, è diretto ovvero non con due punte rivolte verso l'alto, ciò sta a indicare che la vera essenza di ognuno di noi non sta in una divinità ipotetica ma nel conoscere ciò che siamo veramente, nella accettazione di questa scoperta e nell'uso delle nostre potenzialità sotto ogni livello, esoterico o occulto. Questa è una descrizione che molto probabilmente non soddisfacerà i non iniziati ma spero di aver comunque dato dei punti su cui meditare.

La simbologia maggiormente importante, che deve essere sempre tenuta a mente insieme a quella appena riportata, è quella indicata dalla parte mediana inferiore posta sugli organi genitali: la simbologia identificata nel Baphomet con i due serpenti che si arrampicano sull'asta centrale contornato da una semisfera, indicano il potere che deriva dall'energia sessuale, dalla sua conoscenza, dal fatto di esperire la dualità della vita in ogni sua forma senza per questo usare giudicarla a prescindere (come fanno molte religioni che castrando mentalmente le popolazioni ne mantengono il controllo mentale ed emotivo per i propri scopi). L'astra su cui i due serpenti si arrampicano e che rappresentano anche i due emisferi cerebrali, è un simbolo maschile-attivo-esplicativo, mentre la semisfera, oltre a rappresentare nel Baphomet la parte femminile-passiva-ricevente, ne indica anche il collegamento con la mente che deve muoversi come l'acqua (elemento femminile) senza spigolature e ostacoli per arrivare alla meta cognitiva della vita edella morte. Un simbolo simile per significato potrebbe essere definita la mela, che rappresenta sempre energie sessuali che portarono e poterebbero l'umanità alla conoscenza del proprio Sè superiore e quindi alla liberazione dalle catene sociali ma riguardo al significato della mela scriverò un pezzo a parte.

 

 

 

 

Contatti: druido12974@gmail.com
Copyrights simbolisignificato.it 2014- Tuti i diritti riservati

 Partita IVA: 01533220297