Simbolo significato gatto

Idee Tattoo Gatto

gatto primo piano

Ci sono molte ragioni per prendere in considerazione il farsi un tatuaggio con un gatto o che lo raffiguri simbolicamente, basta dare un'occhiata alla lunga lista di parole chiave simboliche alla fine di questa pagina e si capisce quanto importante sia la figura simbolica del gatto. Se state cercando una idea per un tatuaggio a forma di gatto per onorare il trapasso del vostro gatto domestico a cui eravate affezionati, per rendere omaggio alle antiche dee che venivano raffigurate con il loro compagno gatto in tutti i miti antichi, avete trovato dove prendere spunto correttamente per fare si che il vostro tatuaggio possa rappresentare le cose e le idee giuste a riguardo. La maggior parte di coloro che decidono di farsi un tatuaggio con l'effige di un gatto lo fanno per commemorare un loro gatto affezionato che è mancato, ottenendone (così dicono) un effetto protettivo o per fare in maniera che l'idea del loro affezionato non li abbandoni mai nella vita di tutti i giorni.

Alcune parole chiave da considerare quando si sta contemplando l'idea di farsi un tatuaggio con il gatto come soggetto.

Significati simbolici del gatto

    Magia
    Grazia
    Bellezza
    Apatia
    Regalità
    Mistero
    Psichismo
    Ombre
    Adorazione
    Nascosto
    Distacco
    Solitudine
    Rinnovo
    Libertà
    Vitalità
    Transizione
    Fortuna
    Intelligenza
    Profonda comprensione
    Giocosità
    Incarnazione
    Autorizzazione
    Protezione
    Potere nascosto
    Indipendenza
    Mutaforma
    Segretezza
    Compagnia
    Vigilanza
    Trasformazione
    Femminile / Dea Energia
    Spirito superiore

Possiamo dare un senso ad alcuni di questi attributi simbolici, indagando le varie divinità mitologiche connesse ai gatti: molte di queste divinità sono dee e hanno qualità femminili / lunari che ricoprono specifici poteri come la fertilità, il nutrimento, le emozioni e l'intuizione per citarne alcuni.

tatuaggio gatto su collo

Significati Tattoo gatto

Ecco alcune divinità associate con i gatti per completare la vostra ricerca sul tatuaggio gatto:
Dee associati con Gatti

* Artemis (greca): dea lunare associata con la caccia, la fertilità e protettrice della sacralità della natura.

* Diana (romana): anche dea della luna, che aiuta tutti gli animali selvatici e la natura poiché sacri; Governava l'atto sacro della caccia.

* Ecate (greca): dea custode del sacro femminile, detentrice del sapere magico, dei cicli, della transizione, del mutaforma.

* Bast (egiziana): dea solare, ferocemente protettiva dei bambini e matrona del parto, della magia, del rituale e del sacro femminile, la sua controparte adirata era la dea Sekhmet o dea dalla testa leonina che distruggeva e uccideva tutti i nemici.

* Freyja (norrena): dea dell'amore, della bellezza, del piacere, del parto e del buon gusto, aveva dei gatti che trainavano il suo carro al posto dei cavalli.

Secondo l'antica via celtica i gatti erano considerati i guardiani dell'oltretomba o aldilà, cosa che ho appurato direttamente poiché il mio gatto vedeva gli stessi spiriti che vedevo io e ci giocava pure. Il gatto conserva i segreti dell'aldilà conservando uno sguardo simultaneamente poggiato su questa realtà e l'altra, arrivando a comprendere la realtà e la profondità della conoscenza. Astuto, furbo e intelligente, il gatto era considerato un abitatore dei regni della mistica celtica; quando si vuole richiamare l'energia del gatto spesso si vuole rimarcare un proprio interesse diretto riguardo le arti esoteriche o il mondo dell'occulto. gatto stilizzato tribale

In Giappone, racconti popolari descrivono il gatto dotato di capacità di camminare tra i mondi, altre leggende giapponesi raccontano che questi felini siano in grado di mutare il carattere delle donne alle quali si accompagnano, liberando la natura segreta della donna.

Nel folklore occidentale i gatti detengono il record di poteri o di assistenza come muta forma che accompagnano le donne, specie nella tradizione che vede una donna che possiede un gatto come una strega e perciò sacrificabile sul rogo (vedi "passatempi" cattolici, oggi sostituiti dagli islamici), in questo caso il gatto era chiamato "famiglio" ovvero rappresentava un servitore "demoniaco" che serviva la strega la quale aveva fatto un patto satanico.....cosa che lascia il tempo che trova poiché semplicemente le donne che decidevano di avvicinarsi ai gatti altro non facevano che andare controcorrente, rinunciando a piegarsi all'ottusità maschilista dell'epoca ma arrivando purtroppo a sacrificare la propria vita per questa scelta....quando si dice "amore cristiano"... e peccato pagano... meglio essere pagani a quel punto.

 

 

Contatti: druido12974@gmail.com
Copyrights simbolisignificato.it 2014- Tuti i diritti riservati

 Partita IVA: 01533220297