Simboli dell'alchimia

Simbologia alchemica significato

Il significato degli antichi simboli alchemici sono spesso, per non dire sempre, ammantati di mistero, criptici per chi non appartiene alle logge di ricercatori dell'alchimia. In un passato nemmeno tanto distante, chi praticava l'alchimia cercava di farsi credere un fervente fedele della Chiesa, poiché la punizione per atti che andassero contro le leggi “morali” della stessa, era la morte, solitamente sul rogo.

I capi della Chiesa videro all'inizio l'alchimia come un sistema per poter accedere a più alti livelli spirituali ma poi videro in questo insieme di tecniche una possibile concorrenza, ma solo per chi poteva permettersi di saper leggere e possedere i libri di cui si aveva bisogno per studiare alchimia. Alla Chiesa ha sempre dato fastidio che il volgo potesse avere libero accesso alla conoscenza perché questo avrebbe causato ciò che oggi si sta già instaurando anche nella nostra società: il crollo delle menzogne clericali a meri fini di controllo politico ed economico.

Sebbene gli antichi simboli alchemici siano nati per occultare le reali intenzioni e conoscenze dei ricercatori della materia, il reale obiettivo della pratica dell'alchimia si concentra sulla trasformazione interiore e il raggiungimento di tale mutazione spirituale, che si rifletterà anche a livello fisico.

Come mezzo di trasmutazione, l'alchimista utilizza le proprietà mutevoli della materia oltre ai significati simbolici dei segni da lui usati per studiare filosoficamente, tramite il confronto con le reazioni della materia a certe lavorazioni da esso attuate, simili a ciò che accade interiormente nell'uomo, per trovare la via reale per ascendere all'illuminazione. In poche parole: ascoltando la legge di Hermethe Trimegisto “come in alto così in basso”, l'alchimista studiava la vita materiale, per conoscere quella spirituale che si rifletteva in essa, poiché noi stessi siamo dei simboli.

L'atto di trasformare metalli vili in oro è solo un simbolo, anche se qualcuno vi riuscì, che rappresenta l'ascensione dello spirito umano attraverso gli stadi di lavorazione della materia personale. Di seguito presento solo alcuni dei simboli usati dagli alchimisti perché nel corso della storia, ogni alchimista ideò un proprio “alfabeto” simbolico da usare per scampare dalla “santa inquisizione” e una denuncia per eresia (che poi i veri eretici erano e sono ad oggi solamente i clerici):

Simboli alchimia significato

Simbolo Alchemico Abracadabra:
Simbolo abracadabra alchimiaQuesto è un simbolo divenuto molto famoso nella storia, usato anche per indicare le parole magiche che pronunciava il mago per ottenere magie eccezionali, così come presentato in molti film. Il simbolo dell'abracadabra ha origini ebraico cabalistiche e nasce dalle iniziali ebraiche del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. É un antico simbolo alchemico che veniva usato come antidoto contro le malattie, per aumentare la velocità di guarigione. Questa frase va scritta su un foglietto di pergamena sotto forma di triangolo, partendo dalla frase intera che, man mano che si scende, perde una lettera, così ad arrivare a mostrare solo una A. Il simbolo poi si porta appeso al collo con un filo.

 

Simbolo Alchemico Aleph:
Questo antico simbolo alchemico deriva dalla "tradizione segreta" ebraica chiamata Cabala. L'Aleph è la prima lettera dell'alfabeto ebraico ed è la radice spirituale di ogni armonia.

Simbolo alchemico Caduceo:
Anche il simbolo di Mercurio, il Caduceo, che rappresenta la figura di due serpenti avvolti intorno ad un asta al centro divenne un simbolo dell'alchimia. L'asta è un simbolo della trasformazione del potere alchemico, i due serpenti rappresentano la polarità o dualità. Insieme con le ali che spuntano nella parte alta del bastone, indicano che il caduceo rappresenta a livello alchemico l'equilibrio che conduce all'unità. Il caduceo si trova anche in ambienti medici proprio per via del suo significato di ridare equilibrio alla salute (nel caso del settore medico), divenne così, nella storia, un simbolo di guarigione nel passato.

Simbolo Alchemico Cubo:
Il cubo rappresenta la terra di Pitagora e le tradizioni platoniche: in Egitto, il faraone era spesso raffigurato seduto su un trono cubico. In India, molte statue di divinità vengono raffigurate in piedi su un cubo, uno sotto ogni piede che rappresenta la fondazione nella materia e nell'esistenza materiale di ogni cosa, anche quella spirituale, pertanto il cubo simboleggia la terra da cui il Re interiore sorge.

Alchimia Fuoco:
"Ciò che il fuoco opera è alchimia, sia in cucina come nell'universo", come ha dichiarato il progenitore dell'alchimia europea (giacché la storia dell'alchimia si perde nei meandri delle Ere, furono infatti gli egizi a insegnare le tecniche dell'alchimia agli altri) Paracelso 1493-1541. In particolare, questo antico simbolo alchemico rappresenta l'energia divina, la purificazione, la rivelazione e la trasformazione. Come tale, il fuoco, divenne (ed è tuttora) un segno importante “nell'arsenale” di simboli dell'alchimista di emblemi.

Alchimia Simbolo Luna:
Alchemicamente parlando, la luna rappresenta l'Argento, l'Opera Minore, o il Mercurio a seconda delle intenzioni di chi lo usava nei propri manoscritti. Si congiunge con il sole, o l'oro nella Grande Opera. In termini più pratici, la luna rappresenta la fertilità, la resurrezione, il potere occulto, l'immortalità e l'intuizione. La luna è una proprietà femminile e gli alchimisti lo incorporarono con il sole (oro) per garantirne l'equilibrio.

Simbolo coda di Pavone Alchimia:
Quando l'alchimista si trovava ormai vicino alla fine dell'operazione alchemica, raffigurava la cosa con la coda di pavone. La sua superficie multicolore annunciava la vicinanza della fase finale della trasformazione interiore, inoltre questo simbolo raffigurava il fatto che anche le ultime componenti “volatili” (gli ultimi pensieri) del ricercatore erano stati trascesi, rappresentando il pavone (così come tutti i volatili) quel tipo di transizione.

Pentacolo Simbolo Alchimia:
Pentacolo pentagramma significatoAl contrario della sua sfortunata reputazione, il pentacolo è un simbolo di potere, di armonia, di salute e misticismo. I pitagorici adottarono il pentagramma come simbolo di salute e di unione tra cielo e terra. Come segno del cielo e della terra, così come del corpo umano e della mente, il pentacolo detiene un grande potere, tanto è vero, che venne utilizzato come simbolo protettivo degli alchimisti e dei maghi, poiché usato in tutti i rituali in special modo di evocazione di spiriti e entità positive o negative. In particolare, gli alchimisti usarono questo simbolo sui libri ermetici per sottolineare che la conoscenza all'interno era protetta e sacra.

 

Sole Simbolo Alchemico:
L'antico simbolo alchemico dell'oro, adorato in molte culture, in particolare in Egitto, dove Amon-Ra veniva personificato dal sole del tramonto, rappresentava il termine del processo creativo nell'alchimia. Gli alchimisti compresero il processo di creazione e utilizzarono il simbolo del sole per concentrarsi sulla creazione degli effetti desiderati nella loro pratica, sia fisicamente che filosoficamente.

 

 

Contatti: druido12974@gmail.com
Copyrights simbolisignificato.it 2014- Tutti i diritti riservati

 Partita IVA: 01533220297

Donazioni per il sito simboli