Simboli Irlandesi celtici

Simboli Irlanda significato

La civiltà d'Irlanda ( o popolo celtico anche se per celti solitamente ci si riferisce solo alle popolazioni storiche pagane francesi) è molto antica, risale nel lontano 8000 avanti Cristo, non ci si stupisce quindi che questo Paese abbia una ricca eredità culturale di antica origine nelle sue tradizioni e nei suoi simboli. Dagli gnomi ai quadrifogli, dal claddaghs alla croce celtica, i simboli irlandesi parlano della cratività di queste terre misteriose e della fantasia che esse mettevano nelle loro leggende. I simboli che seguono sono quelli più famosi nell'Irlanda di oggi oltre che nelle culture celtiche, simboli che hanno trovato la loro strada nella storia, nei miti, nelle leggende e nei racconti popolari ancora oggi tramandati.


Il Claddagh

Simbolo claddagh irlandese significatoQuesto simbolo romantico è composto da due mani che tengono un cuore incoronato. Il simbolo del Claddagh viene utilizzato per rappresentare i legami di amore, amicizia e lealtà, alcuni credono che la mano destra del simbolo rappresenti il padre degli Dei celtici, chiamato Dagda, mentre la sinistra rappresenterebbe la Dea Madre, Anu. La corona simbolicamente rappresenterebbe la parte mistica dell'essere umano, lo spirito universale celtico chiamato Beathauile: la versione cristiana di questa simbologia indica il cuore incoronato come il simbolo di Dio padre e le due mani sarebbero suo figlio Gesù Cristo e lo Spirito Santo.

Il trifoglio

Simbolo trifoglio significatoChiunque veda questo simbolo pensa istantaneamente all'Irlanda: il trifoglio è una pianta infestante che ha, oltre tutto, anche un uso medicinale in erboristeria e cresce abbondante in Irlanda. Il trifoglio si chiama così poiché, appunto ha tre foglie, alcune persone lo attribuiscono a San Patrizio, il santo patrono d'Irlanda, perché si narra di come lui usò questa pianta per diffondere il Verbo cristiano in questa isola magica, dal momento che poteva rappresentare la Santa Trinità. Altre persone dicono che il trifoglio e il numero tre siano stati considerati magici fin dall'antichità portando significati legati alla tradizione celtica, ecco perché si pensava portasse anche fortuna.

La croce celtica

Croce celtica simbolismo irlandeseQuesto simbolo è una variante della croce tradizionale Cristiana: il cerchio che circonda l'intersezione della croce si pensa rappresenti una fusione delle vecchie credenze e di quelle nuove, si dice che San Patrizio unì la croce cristiana con la croce solare usata dai pagani, molti storici però asseriscono che i monaci irlandesi usavano già croci celtiche di pietra nel settimo secolo dopo Cristo.

 

 

Il Leprechaun

Elfo folletto irlandese simbolo significatoLa leggenda del folletto e la sua pentola d'oro sono conosciuti da molte persone in tutto il mondo. Il Leprechaun è un essere fiabesco del folclore tradizionale irlandese, vestito di verde, questo essere viene spesso ritratto come un vecchio barbuto piccolissimo che ama fare scherzi e bere wiskhy, molto malizioso e furbo.

 

 

 

 

L'arpa irlandese

Arpa irlandese simbolo significatoGli irlandesi amavano intrattenere gli ospiti suonando un'arpa durante i tempi gaelici, da allora, è rimasto un simbolo dell'Irlanda molto amato. L'arpa è stata utilizzata nei documenti scritti dai monaci benedettini del 8° secolo, venne anche incisa su monete nel 1500, così come usata anche su striscioni che si agitarono al funerale della regina Elisabetta I. L'arpa irlandese venne usata anche come simbolo della ribellione irlandese del 1798 ed entrò a far parte della bandiera nazionale dal 18° al 19° secolo.

 

 

 

La bandiera tricolore dell'Irlanda

Bandiera irlanda significatoL'attuale bandiera irlandese ha tre colori che sono il bianco, l'arancione e il verde. Thomas Francis Meagher, un irlandese nazionalista e un rivoluzionario che ha combattuto per il suo paese per l'indipendenza dagli inglesi, introdusse questa bandiera nel 1848, descrivendola dicendo che il bianco al centro della bandiera rappresentava la pace tra il popolo irlandese (rappresentata dal colore verde) e gli inglesi sostenitori di Guglielmo III d'Inghilterra, o popolarmente noto come "William Henry di Orange".

 

 

Arcobaleno

Dalle leggende irlandesi sembrerebbe che alla fine di un arcobaleno, arrivandoci prima che esso si dissipi scomparendo, si possa reperire la pentola piena d'oro custodita da un folletto. Interessante notare che una delle definizioni inerenti l'arcobaleno sia il fatto di lottare per raggiungere un obiettivo, la speranza dell'ottenimento di qualche traguardo o un ideale che sia molto difficile da raggiungere o realizzare.

La Banshee

La Banshee, è uno spirito femminile nella mitologia irlandese, solitamente vista come presagio di morte e un messaggero dell'oltre tomba, nella leggenda irlandese, una banshee geme nelle vicinanze se qualcuno sta per morire. Ci sono particolari famiglie che si ritiene abbiano banshee collegate ad esse e le cui grida preannunciano la morte di un membro di quella famiglia.

Merrow

Merrow o Murrough (Galloway) è il nome gaelico-scozzese e irlandese equivalente alla sirena o ai tritoni descritti in altre culture (i tritoni sarebbero i maschi delle sirene). Si dice che questi esseri appaiano in forma umana dalla vita in su mentre possiedono una parte del corpo da pesce: sono dolci, modesti, affettuosi e benevoli ma alcuni credono siano storpiature fatte da marinai che vennero salvati da cetacei come delfini scambiati per esseri umanizzati.

Grogochs

Erano in origine per metà umani, a metà fate che vennero da Kintyre in Scozia per stabilirsi successivamente in Irlanda. Il grogoch è ben noto in tutto il Nord Antrim, Rathlin e parti di Donegal; i grogochs possono anche essere "visti" sull'isola di Man, dove vengno chiamati "phynnodderee". Simili ad un piccolo uomo anziano, anche se coperto di pelo, capelli rossicci densi o pelliccia, non hanno vestiti, ha l'abitudine di raccogliere rami e sporcizia durante i suoi pellegrinaggi per le terre d'Irlanda, infatti per questo sono noti per la scarsa igiene personale. Non risultano dalle leggende esserci grogochs femminili... chissà perché...

Changelings

Un changeling è una creatura che si ritrova nel folklore dell'Europa occidentale e nella religione popolare, viene tipicamente descritto come la progenie di una fata, di un troll, di un elfo o altra creatura leggendaria che è stato segretamente scambiato con un bambino umano. A volte il termine è usato anche per riferirsi al bambino che è stato preso: anche Santa Claus, Babbo Natale si dice fosse uno di questi esseri poiché fu un umano (secondo le leggende del Nord Europa) che venne rapito dalle fate e allevato come uno di loro acquisendo poteri magici.

Pooka

La Puca o Pooka ( in irlandese goblin) è una creatura del folklore celtico, in particolare in Irlanda, ad ovest della Scozia e Galles. Si tratta di uno della miriade di tipi di fate e come molte leggende popolari è sia rispettato che temuto da coloro che credono in essa. Secondo la leggenda, il Puca è un mutaforma abile, capace di assumere una varietà di forme terrificanti o piacevoli e può apparire sotto forma di cavallo, coniglio, capra, goblin o cane. Non importa quale sia la forma che il Pooka prende, la sua pelliccia è quasi sempre senza lucentezza, scura e nera, anche se assume, secondo quanto si riporta nelle tradizioni irlandesi, preferibilmente la figura di un cavallo dal manto nero e con gli occhi dorati luminescenti.

Il dullahan irlandese

E' un tipo di fata invisibile, senza testa, solitamente che monta un cavallo nero mentre porta la sua testa sotto braccio: gli occhi della testa sono enormi e si muovono continuamente, mentre la bocca ghigna sempre in maniera orrenda poiché i lati della bocca toccano i lati della testa stessa, la carne della testa si dice che abbia il colore e la consistenza del formaggio ammuffito. Usa una frusta che in realtà è la spina dorsale di un corpo umano così come spesso i carri che può guidare sono fatti sempre con un gusto orrido e funereo: se il dullhan si ferma in un punto significa che in quel punto morirà qualcuno, dopo che egli avrà nominato il proprio nome in presenza di chi deve morire.

Croce di Santa Brigida

La croce di Santa Brigida (nota anche come Croce di Brighid e la Croce della sposa) è un simbolo cristiano irlandese venerato, che sembra avere la ruota solare pagana come simbolo madre. Di solito è tessuta da giunchi, o occasionalmente dalla paglia e viene appesa visibile sulla porta di casa o sulla trave per proteggere l'edificio dal fuoco e dagli spiriti maligni. La croce è fatta per commemorare Santa Brigida, che è una dei tre santi patroni d'Irlanda, la cui festa cade il primo Febbraio.

 

 

 

Contatti
Copyrights simbolisignificato.it 2014- Tutti i diritti riservati

 Partita IVA: 01533220297

Donazioni per il sito simboli