Runa Inguz significato

"Solo quando conosciamo la nostra solitudine, per essere diversi dalla nostra solitudine,
possiamo essere abbastanza integri per onorare il posto di un altro. "

Inguz - "Ing-guz" - Letteralmente: "Seme" o "Il Dio, Ing" - Esoterico: processo, spazio

Runa di isolamento o separazione al fine di creare uno spazio o un luogo in cui può avvenire il processo di trasformazione in stati superiori dell'essere. Rune di gestazione e crescita interna.

runa inguz

Psi: crescita interna, sviluppo personale, potere di suggestione, interiorità, interezza

Energia: dio della terra, energia immagazzinata, processo di gestazione, misteri maschili, finezza, esplosioni pianificate

Mondano: sessualità maschile, agricoltura

Divinazioni: Riposo, gestazione, crescita interna, aspettativa, tempo per se stessi; o impotenza, dispersione, movimento senza cambiamento, frivolezza, immaturità.

Governa:

- Stoccaggio e trasformazione del potere per uso rituale.
- Energia immagazzinata
- Meditazione passiva e centratura di energia e pensiero
- Rilascio improvviso di energia
- Tutte le forme di azione sottile e creativa

I miei appunti:

Rappresentata dall'antica immagine del dio Ing, Inguz è una runa di fertilità maschile. Il participio della lingua inglese "-ing" aggiunge a qualsiasi verbo l'idea di una action (azione). Fare, Essere, Vedere, ecc. L'aggiunta di "ing" rappresenta l'azione nel processo effettivo di attività (piuttosto che un oggetto). Pertanto, anche gli elementi comuni all'interno del linguaggio più comune collegato alle lingue anglofone e tedesche, usano "ing" per indicare il processo di creazione.

Inguz è quell'energia potenziale che deve accumularsi gradualmente, prima di essere rilasciata come un'unica ondata di energia. Rappresenta il processo di un desiderio mentale, di un "seme" impiantato dalla mente cosciente nel subconscio, per l'incubazione e la gestazione, per emergere in seguito come una nuova creazione nella nostra vita. Inguz governa il processo del seme, un catalizzatore e un sacrificio di sé, di una forma che crea una nuova forma con le caratteristiche ereditate dalla forma originale.

Quindi, Inguz racchiude nel suo sapere il vero significato del sacrificio. Tale sacrificio accade quando una forma è chiamata a morire, perché una forma da poco sviluppata possa iniziare a crescere. Questo è uno dei concetti cardine in quelli che sono noti come i "misteri maschili". Morire per qualcosa, come una causa o un ideale, come la libertà, un tema universale nelle tradizioni guerriere, è quindi collegato alle energie di Inguz. Il maschio / uomo / guerriero deve morire per permettere alla donna/cucurbita/calderone di sviluppare una nuova vita/concetto/filosofia/occasione.

C'è una grande saggezza nel creare un'analogia tra questo atto fondamentale della natura e l'atto mistico della generazione. Il fallimento di un'operazione magica è spesso causato dalla mancanza dell'operatore, che lascia 'andare' qualche forma passata di manifestazione, in modo che possa nascere una forma appena desiderata. Tutti gli umani vivono, in un modo o nell'altro, nel passato, ma bisogna applicare le leggi della natura che richiedono la morte del vecchio per portare la trasformazione in nuove energie e nuove forme. Sembra semplice da fare a livello intellettuale, ma in pratica richiede una maestria artistica.

Inguz segnala l'integrazione dei quattro sé: fisico, emotivo, mentale e spirituale. È la spinta verso il completamento e la totalità e funge da catalizzatore per il movimento verso l'integrità. Dove Berkano significa il bambino esterno, nascosto nella saggezza di Inguz c'è l'attivazione del proprio bambino interiore.