• Home
  • Simboli giapponesi

I simboli giapponesi

Simbologia giapponese

I simboli hanno una grande importanza nella cultura giapponese, i disegni sul kimono, tra i quali gli stemmi di famiglia, spesso sono fondamentali per comprendere l'occasione in cui l'indumento deve essere indossato, da chi e in quale momento dell'anno.

Farfalle simbolismo giapponese
I giapponesi vedono le farfalle come anime dei vivi e dei morti, vengono considerati simboli di gioia e di longevità.

Carpa simbolismo Giappone
E' principalmente un simbolo di perseveranza, la carpa (koi) evoca anche sentimenti quali la fedeltà nel matrimonio e in generale la buona fortuna. In Giappone la carpa si trova comunemente nelle acque placide, tuttavia è spesso raffigurata in movimento, piegata ad arco intenta ad affrontare le onde dell'acqua, circondata da spruzzi. Questo motivo suggerisce le virtù di un guerriero determinato ed è spesso associata con le qualità che i giovani maschietti cercano di raggiungere nella loro crescita: un disegno di una carpa che ascende le rapide simboleggia la Festa dei Bambini del 5 maggio, festa nata dalla festa dei ragazzi nell'antichità.

Fiore di ciliegio in Giappone significato

Fiori di ciliegio gheisha Giappone

Fiore di ciliegio simbolismo
Dal periodo Heian (794 - 1185), il fiore di ciliegio era venerato dai giapponesi, il suo breve momento di fioritura e la fragilità dei suoi fiori, lo hanno portato ad essere associato alla caducità della vita. Quando vengono presi assieme, i fiori assomigliano a nuvole e i fiori caduti possono essere paragonati a neve, tutte immagini che hanno affascinato la sensibilità artistica dei giapponesi nel corso della storia.

Crisantemo bianco significato

Crisantemo bianco

Crisantemo
Come con molti simboli nella cultura giapponese, il motivo del crisantemo iniziò con i cinesi, si credeva che il fiore avesse proprietà curative contro l'ubriachezza, le invalidità nervose e le malattie debilitanti in generale. I cinesi hanno sempre associato il crisantemo con la perseveranza e l'integrità personale. Questo fiore venne introdotto in Giappone nel periodo pre-Nara ( prima 710 ), le sue proprietà medicinali sono rimaste indelebili nella cultura giapponese, oggi venogno usati anch gli estratti di crisantemo nell'erboristeria asiatica. Questo fiore ha interessato soprattutto i poeti che da esso hanno tratto molte poesie classiche, una usanza che si è sviluppata nel periodo Heian (784-1185) rimanendo il fiore per antonomasia dell'autunno.

Simbolo della Gru giapponese
La gru viene ancora oggi rappresentata su vestiti classici giapponesi a rappresentare la longevità e la buona fortuna, essendo la gru strettamente connessa con il capodanno giapponese e le cerimonie delle nozze, si trova infatti molto spesso sui kimono o attaccata alla cintura (obi) del kimono come simbolo beneagurante. Al di là delle differenti forme artistiche della gru, anche l'arte degli origami ha avuto una grande importanza nella diffusione della forma simbolica di questo animale nella cultura giapponese: è consuetudine nella cultura nipponica piegare mille gru di carta per ottenere la soddisfazione di un desiderio importante, gigantesche collane composte da gru di carta secondo le regole degli origami (piegatura della carta) venogno lasciate al di fuori dei templi giapponesi. Una bambina entrata nella storia, che ha fatto sognare i cuori di molti nel mondo, dopo il bombardamento atomico della fine della seconda guerra mondiale, malata gravemente, iniziò a piegare gru di carta, cercando di raggiungere il numero eccezionale di 10000 di questi uccelli, conoscendo la leggenda che diceva che se fosse riuscita a giungere a tale numero, sarebbe guarita. Purtroppo morì prima di arrivare alla fine ma moltissime persone si unirono al suo sogno aiutandola a comporre tantissime gru origami. La gru divenne così un simbolo di pace collegata come era a questa bambina che, pur non essendo guarita dal suo terribile male, riuscì a mutare i cuori di tanta gente.

Libellula simbolo
In Giappone la libellula è emblema di successo guerriero, così come vari nomi che indicano questo insetto e che rappresentano tutti parole che indicano la vittoria: esso rappresenta anche la fine dell'estate e l'inizio dell'autunno.

Rospo e rane
Ben ventisette specie di rana si trovano in Giappone, forse anche favorite dall'economia giapponese che si fonda sulle risaie quindi su campi allagati, cosa che favorisce la loro riproduzione, quindi, la rana o rospo, è divenuto un portafortuna, inoltre essa è anche il soggetto più usato nelle poesie e nell'arte nipponica. rane in ceramica vengono vendute nei santuari perché la parola giapponese che indica la rana significa "tornare" quindi un augurio per tutti coloro che la ricevono, perché ritornino sani e salvi a casa.

Peonie
I cinesi introdussero in Giappone l'albero di peonia nel periodo Nara ( 710-794 ): per i cinesi, il fiore di peonia simboleggiava fortuna, alto onore e la stagione della primavera. Il fiore guadagno rispetto nella tradizione giapponese entrando a far parte spesso delle dei disegni delle porte a scorrimento delle case, in particolare quelli composti in broccato. Come per i cinesi, anche per giapponesi la peonia viene definita "il re dei fiori" quindi viene usato spesso nei motivi manufatturieri, che compongono i kimono tradizionali, indipendentemente dalla stagione in cui devono essere indossati.

Alberi di pino
Gli alberi di pino sono presenti in natura in tutto il Giappone e vengono apprezzati per i loro usi pratici e l'aspetto attraente, il loro simbolismo proviene dalle influenze della simbologia cinese, il pino rappresenta infatti la longevità, la buona fortuna e la costanza: sia l'arte giapponese che quella cinese associano il pino alla virtù, al capodanno e all'inverno o come simbolo di lunga vita e immortalità.

Simbolo del ragno
Ancora una volta un simbolo influenzato dalla cultura dei cinesi, il ragno viene visto in Giappone come simbolo particolare, alcuni racconti popolari giapponesi raccontano che l'aspetto di un ragno annunci la visita di un amico, tuttavia viene rappresentato con altre forme simboliche come piante, insetti o fiori.

Le rondini
Le rondini sono uccelli migranti che arrivano ogni anno in Giappone all'inizio della primavera, divenendone anche il simbolo stagionale nelle forme tessili che riportano la forma a V dela coda di questo volatile, che indica buona fortuna, fedeltà nel matrimonio e fertilità.

Tartarughe
In linea di massima la tartaruga è un simbolo di longevità, fa parte di molti motivi, anche molto complessi, che rientrano nella tradizione giapponese; nell'induismo, nel taoismo, nel confucianesimo e nel buddismo la tartaruga indica sempre lo stesso significato. Queste tradizioni sostengono che la tartaruga aiuta a sostenere il mondo con il suo carapace, custodendo il quadrante settentrionale dell'universo con il serpente e portando sul suo carapace le iscrizioni sacre, che tra l'altro hanno generato il sistema profetico di prevedere il futuro usato ancora oggi nei templi Shintoisti.

Glicine
Fiorisce all'inizio dell'estate, fiori di glicine viola sono stati raffigurati sui kimono giapponesi per molte centinaia di anni, ad esempio, sono state spesso celebrate alle feste sponsorizzate da aristocratici giapponesi nel tardo periodo Heian ( 794-1185 ) che usavano questo simbolo come significato di festa e leggiadria. Più tardi Fuji-Musume, il glicine Maiden, divenne oggetto dell'arte e della tecnica di fare le bambole. Il glicine viene utilizzato anche in molti stemmi giapponesi chiamati in lingua giapponese Kamon.

 

 

Contatti: druido12974@gmail.com
Copyrights simbolisignificato.it 2014- Tutti i diritti riservati

 Partita IVA: 01533220297

Donazioni per il sito simboli